La Comunità d'interessi dei parlamenti cantonali (ICC)

è una società semplice di diversi parlamenti cantonali avente come obiettivo la creazione di una piattaforma di informazione per tutti parlamenti cantonali dove in genere pubblicare dati e informazioni di comune interesse.

I parlamenti cantonali non dispongono di un organo di collegamento come la Conferenza dei governi cantonali (CdC), creata nel 1992.

E’ vero che c’è una certa tradizione di visite reciproche tra gli uffici presidenziali dei parlamenti cantonali e così anche che da qualche anno v’è un incontro annuale dei presidenti. Salvo eccezioni, si tratta tuttavia di momenti essenzialmente conviviali. Inoltre, dato che le presidenze dei parlamenti cantonali non superano in genere l’anno, i partecipanti sono ogni anno diversi, per cui non è possibile garantire quel minimo di continuità necessario per portare a termine progetti comuni.

In diversi ambiti si è così auspicata la creazione di una Conferenza dei parlamenti cantonali (a complemento in un certo senso della CdC). Un’inchiesta svolta nell’autunno del 2006 ha tuttavia evidenziato che l’idea non era sostenuta dall’insieme dei parlamenti cantonali.

Preso atto di ciò, un gruppo di lavoro, costituito da rappresentanti dei parlamenti dei cantoni di Basilea-Città, Berna, Friburgo, Sciaffusa, San Gallo, Vaud e Zurigo ha deciso di fondare la

Comunità d’interessi dei parlamenti cantonali


con l’obiettivo di proporre una piattaforma d’informazione per tutti i parlamenti cantonali (anche per quelli che al momento sono scettici circa l’istituzione di una Conferenza dei parlamenti cantonali), dove in genere pubblicare dati e informazioni di comune interesse.

Attualità:

Parlamenti cantonali: calendario delle sedute 2016